Tag

, , ,

 51rpkVeFs5L.jpg

Violentia

Sono fièra quel canto molesto

l’ignobile fiera dal tocco nefasto .

Che pena , puella Verginia bella

sentirsi una farfalla che vola , volea

a colui che s’accaffò l’suo giglio , bocciolo parea ,

come bestia infame , fedò col suo bisbiglio .

Elli vedea solo un buco

ella bruco , perdè il suo baco .

Sentì lui , a se stesso , più omo d’un verme ?

Benedetta donna , piucchè pe’l dolor delle membra

ma de’l’alma

di smettere , implorava .

Proprio come chi del potere

sol di chi si mantien la verga

e null’altro,

continuò a trafugar il calice santo .

Bevette ogni goccia de’ le sue lacrime

come pe’ un ubriaco mai sia lece

una goccia di vino rovesciare face .

E non s’arresta . E poi s’arresta .

E poi s’arresta a ‘la luce d’o fragoroso piacere .

Violata la pulzella corica novamente

i lacci de’la vestalia

su ogni spalla .

Piangente s’en va .

Ringrazio l’autore Gennaro Carrano per avermi autorizzato a pubblicare nel blog quella che trovo esser una delle poesie più belle .

Poetica è già la copertina ,che ci introduce ad una lettura che appare di altri tempi .

Creatura Nova si compone di varie poesie che lette in sequenza dipingono un affresco d’altri tempi , ma dal moderno argomento : la violenza sulle donne , quella più subdola consumata tra le mura domestiche .

La narrazione inizia con  Verginia che  viene abusata dal fratello Adelfo ,atto  abilmente descritto nella poesia sopra citata  . Nonostante vi sia la versione moderna , riportata a fronte per ogni poesia , non rinuncerete al gusto di leggerla nella versione classica , così musicale .

Seppur breve ,  il libro,  è intenso ed emozionante , avrete la netta sensazione di aver trovato ,inaspettatamente , qualcosa di molto prezioso .

 

La poesia appar oggi a molti come qualcosa che appartiene al passato , pleonastica . Si crede di poter far a meno di poesia in questa moderna società , io trovo , invece , sia  indispensabile . Mi piace , a tal proposito ,  ricordar le parole di Moravia , rivolte a Pierpaolo , perché mai più si debba rimpiangere un poeta !

 

“[…] In questo era simile, era un elemento prezioso di qualsiasi società, qualsiasi società sarebbe stata contenta di avere Pasolini tra le sue file. Abbiamo perso prima di tutto un poeta e poeti non ce ne sono tanti nel mondo, ne nascono tre o quattro soltanto dentro un secolo! Quando sarà finito questo secolo, Pasolini sarà tra i pochissimi che conteranno come poeta, il poeta dovrebbe esser sacro. Abbiamo perso dunque questo poeta straordinario […]”

Moravia (funerali di P.P. Pasolini . )

Avvertenze :

Il libro è si di poesie , ma narra una storia ed è adatto anche a coloro che non sono esperti estimatori .

Controindicazioni :

Vi incanterete a leggere e rileggere strofe.. dal sapore antico.

Lo consiglio ? Assolutamente SI  perché  nessuno può e dovrebbe vivere senza poesia . 

Monika M .

 

Link acquisto del romanzo

Annunci