Tag

,

Ospite del giorno : Jessica Verzelletti !

16976418_1202716909776139_909743500_n

 

Sinossi:
Selene è una professoressa d’arte e dedica la sua vita ad insegnare ciò che l’appassiona di più. Lei non crede più nell’amore ed ha perso la fiducia negli uomini a causa di una piaga che infesta la società da molto tempo: la violenza domestica. Le sue cicatrici fisiche si sono rimarginate in fretta, ma non quelle della sua anima e del suo cuore. Chi più di un coraggioso cavaliere può riuscire a conquistare il cuore di una donna? Lukas, un professore di musica che lavora nella sua stessa scuola, si porrà l’obbiettivo di curare questo cuore ferito, cercando di riaccendere quella fiducia nell’amore che Selene ha disperso. Lui ha una ferrea e unica convinzione Si può sempre ricominciare ad amare. Perché l’amore è più grande di ogni sofferenza e ci sarà sempre qualcuno
che merita questo dono.
16593386_10154945570175629_617620375_o
Estratto:

«Fai tanto la fredda, la dura, indossi una maschera di repulsione, ma lo vedo che sei alla pari di un cerbiatto spaventato» esordì semplicemente Lukas.

Quelle parole la fecero rabbrividire, sembrava che in qualche modo riuscisse a leggerla dentro. La sua affermazione non era errata, da quanto tempo ogni mattina si svegliava, indossava la sua maschera da finta amazzone ed usciva di casa. Ma ogni volta quando varcava la soglia dentro tremava come una foglia, impaurita e spaventata. Spaventata da quel qualcosa che non ne sapeva di andarsene e allo stesso tempo aveva lasciato un vuoto dentro. Quell’amore malato le aveva preso il cuore e fatto a brandelli, ma nel tentare di ricucirlo erano rimaste delle crepe profonde ed incolmabili.

Lei non voleva darlo a vedere che ancora stava soffrendo. Non voleva darlo a vedere che in quel momento le erano diventati gli occhi lucidi ed aveva voglia di scoppiare a piangere. Scoppiare a piangere ed avere qualcuno che l’abbracciasse forte e la consolasse. Ma non poteva.

Breve presentazione:

Questo breve romance nasce principalmente come una sfida per l’autore, visto che non era per niente amante della narrativa rosa inizialmente. Non vi è molto da dire su questo romanzo, solo che è un messaggio di rivincita per tutte le donne. Infatti quest’opera è nata anche per porre l’attenzione su una tematica molto pesante nella nostra società, ovvero: la violenza sulle donne. Un argomento che forse non viene evidenziato abbastanza, nonostante le situazioni inerenti a questa violenza dilaghino oltre ogni dire. Selene, la protagonista principale di questa storia, è una donna che ha avuto la forza di riprendersi in mano la propria vita ed ottenere una preziosa rivincita, anche se sentimentalmente all’inizio della storia è completamente a pezzi e mancante di fiducia verso gli altri, l’unica di cui si fida ciecamente è solo di se stessa. In più, ci troviamo ad affrontare ciò che riguarda l’ambiente scolastico, l’interazione tra allievi e professori, dimostrando che spesso il dialogo tra ragazzi adolescenti che sono già in un periodo problematico della propria vita, hanno bisogno di una figura di cui si possano fidare e possono trovare appoggio nei momenti di difficoltà, se la vita familiare non lo permette. Insomma, un bel salto nelle problematiche famigliari, che possono essere risolvibili se non si cade nel terribile silenzio.

Chi segue il blog sa che l’autore che presenta qui il suo libro è “costretto” a rispondere a 10 domande… 😉 vediamo cosa ci racconta di sé Jessica !

  1. Quale personaggio di un famoso romanzo vorresti essere ? Non so dirti di preciso, ma sicuramente un personaggio di qualche fantasy *-* , meglio ancora se riguardante gli angeli.
  2. Il sogno nel cassetto? Strano, ammetto di non aver sogni nel cassetto in questo momento, tranne avere sempre di più fiducia in me stessa.
  3. La cosa più buffa che ti è capitata da scrittore? La cosa più buffa che mi è capitata? Sentire certa gente parlare del mio primo esordio ancora in stesura, senza ancora averlo letto, dicendo che parlasse di vita demoniaca o qualcosa di satanico, comunque su una linea negativa e di conseguenza avevo qualcosa di “negativo” anch’io. Qui sì mi sono fatta grasse risate pensando a quanto dilaghi l’ignoranza e quanta invidia ci sia attorno alle persone. Seconda cosa buffa, è quando capitano episodi reali che hai precedentemente scritto nel tuo libro, forse più che buffo è inquietante.
  4. Il tuo peggior difetto? Sembro una persona apparentemente fredda e menefreghista, ma ammetto a mio malgrado che è solo una facciata, faccio molto fatica ad esprimere le mie emozioni, dunque è facile ferirmi e quando accade soffro moltissimo ma non lo do a vedere, chiudendomi in me stessa. Mi servirebbe un pizzico di autostima in più!
  5. Dicono di te? Parlano di me? Davvero??? A parte gli scherzi, non credo di essere così famosa da far parlar di me, ma chi mi conosce davvero sa come sono. Sa che sono una persona generosa e disponibile, pronta ad allungare una mano a qualsiasi persona per essere d’aiuto, ma se mi conosce bene sa anche che se mi si fa un torno e mi hanno fatto “del male”, il mio comportamento nei confronti di queste persone che mi hanno provocato dolore o fatto un torto, cambia radicalmente o nei peggiori dei casi non esisti più. Per ciò che riguarda la scrittura, sono felice che chi ha letto le mie opere abbia apprezzato.
  6. Perché scrivi? Scrivo per il piacere di scrivere, mi porta benessere e mi fa star bene, la trovo un ottima via di sfogo e mi permette di non pensare a nulla. Scrivo semplicemente per me stessa.
  7. Il tuo detto preferito? “siamo ciò che vogliamo essere e diventare” Un mio detto che ho forgiato dalla stesura del mio primo esordio “Lucifer e i cavalieri della luce” e lo sto portando sempre con me 🙂 E’ il motto che mi fa andare avanti.
  8. Cosa leggi? In questo momento sto leggendo “La voce nascosta delle pietre” di Chiara Parenti. Parla di cristalloterapia! Io adoro i cristalli *-*
  9. Hobby , passioni , svaghi ? Scrivere, leggere, collezionare statue di Fate e Angeli, cimentarmi nella cristalloterapia e discipline olistiche e prendermi cura del mio “cucciolo peloso” :).
  10. Esprimi un desiderio! Che uno dei miei libri si trasformi in un fiiiiiiiiiilmmmmm e diventare milionariaaaaaa. Dai, ogni tanto fa bene sognare e scherzare 😉 Spero che i miei libri mi portino sempre di più a far accrescere la mia fiducia e autostima, ne ho davvero bisogno.

 

 

Il link Amazon del suo romanzo .