Tag

,

Una cella buia, il segno di una puntura, ricordi confusi.
L’incubo di Aleideen comincia col suo risveglio: non sa chi la tenga prigioniera, dove, o perché. Sa di essere sola, lontana dalle persone che ama, mentre fuori un morbo misterioso continua a mietere vittime.
Ora, però, il pericolo è dentro. Aleideen è il soggetto perfetto, e una creatura leggendaria l’ha cercata per troppo tempo. Non se la farà scappare tanto facilmente.
Eppure lei, in un modo o nell’altro, deve andarsene da lì. Assecondare il mostro o combatterlo, deve farlo prima di soccombere, prima che sia troppo tardi per lei e per i suoi cari.

41JlT4U2nFL__SY346_

Una storia molto originale. Confesso che in genere evito di leggere di Vampiri… Amando io Dracula trovo inarrivabile quel capolavoro, ma questo breve romanzo è così diverso dal genere che si fa apprezzare.

Originalità ma con radici ben salde: rispetta fedelmente i tratti propri del Vampiro, creando poi però un’unicità nella costruzione del personaggio e nella ricerca che questo porta avanti.

Interessante poi è la protagonista: un’alchimista. Efficace la costruzione del personaggio e la veridicità delle erbe da lei trattate.

La curiosità mi ha portato a leggerlo, una volta iniziato, sino alla fine senza sosta alcuna.

Monika M.