Tag

untitled.png

Il film, del 1939 diretto da Victor Fleming, è tratto  dall’omonimo romanzo, del 1936, di Margaret Mitchell.

La storia, ambientata negli Stati Uniti meridionali, racconta la guerra di secessione tramite le vicende che vedranno protagonista la, ormai mitica, Rossella O’Hara.

Curiosità: per assegnare la parte della protagonista vennero effettuati 1400 provini, ma direi che l’impegno è stato ampiamente ripagato, Vivien Leigh appare infatti perfetta per il ruolo!

Il film vinse, nell’edizione del 1940, 10 premi Oscar. Apprezzatissimo dalla critica, soprattutto per gli attori presenti nel film, fu da subito un successo.

Per venticinque anni il film rimase in vetta come pellicola con il maggior incasso realizzato.

Considerato ancora oggi uno dei film meglio realizzati.

Frasi, restano celebri due frasi su tutte :

« Tara! A casa! A casa mia! E troverò un modo per riconquistarlo. Dopotutto, domani è un altro giorno! »

 

images

pronunciata da Rossella…

Ma la mia resta e resterà sempre :

« Francamente, me ne infischio. »

Rhett Butler.

 

untitleda

 

Il film è molto più incentrato, rispetto al libro, su Rossella e le sue passioni amorose. Il romanzo al contrario analizza molto più la condizione della guerra, della povertà e della condizione delle persone di colore.

Persino il personaggio di Rhett Butler è “addolcito” nel romanzo egli è di fatto un uomo crudele e spregiudicato persino con Rosella, insomma il film ha addolcito la pillola ed è sicuramente per questo che ha avuto tanto successo!

Monika M

s.png