Tag

, ,

51sAQa47xoL

Quel che rende coinvolgente una storia  è il protagonista, se questo è credibile ci trascina nella narrazione poiché la riteniamo autentica.

Tetty Stone mi ha stesa!

Leggere questo romanzo è stato formidabile, per me che amo il rock, come trovare un diario segreto di una dannata celebrità. Il linguaggio usato è perfettamente dosato, non abusa ma spontaneamente disegna un personaggio così ben caratterizzato da renderlo reale… in alcuni momenti il mio pensiero volava così alto da ritrovare Jim Morrison, del resto ogni lettore immagina il protagonista come preferisce!

Ma proprio quando credevo di aver inquadrato la storia, e già questo bastava poiché incredibilmente intrigante, ecco che l’autore mi scombina le carte e quel che credevo di aver capto viene messo in discussione.

Da scrittrice odio quando viene rivelato un dettaglio della storia che io avrei voluto il lettore carpisse da se… , durante una recensione, quindi della storia, originalissima, vi rivelerò solo quello che lo stesso scrittore ha voluto rendere noto:

TRAMA

Terry Stones, stella precipitata dal firmamento del rock, si risveglia confuso in una strana e sconosciuta abitazione. Sente i postumi degli eccessi, la testa pesante, il brusco sapore della paura, ma non ricorda nulla delle sue ultime ore. Nella losca dimora, il cantante incontra la bella e seducente Selene, misteriosa guida al servizio di Mida, un ricco e inquietante imprenditore. Soltanto un terribile incubo? No, molto di più. Terry diventa di fatto vittima di una serie infinita di assurde e inspiegabili situazioni, troppo strambe per poter essere considerate reali e, allo stesso tempo, troppo vive per essere soltanto figlie dell’immaginazione. Dalla città fantasma di Mida alla rovente e caotica Los Angeles, dalla gloria al fallimento, dalla vita alla morte… Tra aneddoti in pieno stile rock, ricordi e allucinazioni, il protagonista proverà a sciogliere ogni nodo, trascinando con sé anche il lettore più mite.

 

Se inizialmente la razionalità ha la meglio… la trama porta poi ad abbandonarla e credere nell’impossibile, concedersi un sogno/incubo. Leggere il romanzo è come camminare in una casa stregata nella quale il pavimento cambia continuamente pendenza e tutte le percezioni legate alla realtà si frantumano… per uscirne dovrete liberare la mente, annullare le prospettive conosciute e sfidare materia e realtà.

Sin dalle prime righe  è palese l’abilità dello scrittore, un vero talento!

Forse non è un libro per tutti, per questo mi è piaciuto tantissimo. Assolutamente lo consiglio.

 

Monika M