Tag

TRAMA

Candy non si chiama così per puro caso, ma lei al destino e alle coincidenze non ci crede. Come non crede nell’amore né alle anime gemelle. Eppure è lei a dirigere con successo “La Rubrica dei cuori infranti”.
La richiesta di aiuto di una sua lettrice la coinvolgerà in prima persona e per la prima volta dovrà scegliere: continuare a mantenere la sua etica professionale o dare consigli sbagliati e spingere tra le proprie braccia l’uomo tanto conteso?
Proprio quando tutto sta andando per il meglio, ecco che busserà alla sua porta un secondo uomo, lui ha capito il suo gioco e farà di tutto pur di farla ragionare.
In un insieme di equivoci, bugie e malintesi, Candy si ritroverà ad essere la classica antagonista di una storia d’amore.
Questa volta ci sarà un lieto fine per lei? E tu? Sei pronta a tifare per la cattiva?
Scoprite con lei la favolosa New York e il riscatto d’amore più romantico del mondo.

 

51+kZKwwyTL

Ho letto diversi romanzi firmati da Poeletta Maizza e devo dire che sono tutti caratterizzati da una dote che io trovo innata in lei, una capacità che non può essere appresa: la capacità di creare immediatamente un’empatia tra le sue protagoniste ed il lettore. In ogni suo romanzo si ripete questa magia: mi sembra di conoscer da sempre la protagonista!

Il lettore non fatica ad entrare nella storia perché sentiamo di appartenerle o viceversa che essa appartenga a noi… la scrittura  così naturale e fluida e l’uso della prima persona fa sì che le vicende sembrino confidenze a noi svelate.

Il tema trattato: l’amore, può non vederci concordare con le scelte o le idee dei personaggi, del resto ogni individuo ha il suo sentire, ma è proprio questo che fa funzionare la narrazione. Paoletta, tramite Candy, ci permette di guardarci dentro, di porci domande scomode. Come si dice è facile dar suggerimenti quando non si è coinvolti in prima persona ed è proprio questo che vorremmo fare con Candy, ma se fossimo noi a trovarci al suo posto? Questa mi sono chiesta durante la lettura ed è per questo che non giudico le scelte fatte, perché unicamente vivendo un sentimento lo si po’ capire. Spesso scelte sbagliate ci portano a capire ciò che mai avremmo compreso….altrimenti.

Trovo che la percezione di Paoletta Maizza sull’amore rispecchia il nostro tempo: per paura sembriamo spesso anaffettivi, credo questo dipenda dalla scarsa conoscenza dell’altro…il mondo – va troppo veloce per sentimenti che richiedono, al contrario, tempo per nascere e crescere.

Nonostante Candy Candy fosse il mio cartone animato preferito, leggendo il romanzo di Paoletta, mi sono resa conto di non ricordarlo affatto! Non ricordo più i personaggi ne la trama e la cosa mi ha fatto sorridere, dovrò assolutamente recuperare questi ricordi… e voi curiosi di leggere questo libro?

Monika M