Tag

 

 

Forse non tutti lo ritengono un romanzo storico… eppure lo è. Di una storia recente… così vicina che ancora non la si può raccontare come andrebbe raccontata, svelando finalmente tutta la verità!
 
ROMANZO CRIMINALE
 
Il romanzo viene scritto da un giudice: Giancarlo De Cataldo e narra le vicende che vedono protagonista la banda della Magliana che spadroneggia in una Roma addormentata grazie ad uno Stato complice.
 
Il romanzo è una vera e propria sceneggiatura, così avvincete da aver dato vita al film meraviglioso diretto da Michele Placido e poi alla serie.
 
La banda non viene narrata unicamente da un punto di vista criminale, ma anche personale dando o ridando una dimensione umana a chi, per azioni compiute, di umano sembrava aver ben poco.
 
Inutile negarlo i personaggi così raccontati hanno stregato tutti con il loro fascino perverso tanto che molti hanno criticato l’autore addossandogli la colpa di aver “mitizzato” tali individui. In realtà De Cataldo li narra per quel che sono ed evidenzia bene la fine che questi poi faranno: morti ammazzati, tutti! Unicamente chi coglie il vero senso del film comprende come questi siano stati usati da tutti: mafia, Stato, Chiesa.
 
Sono certa che ogni lettore ha trovato nei protagonisti un personaggio che lo ha conquistato.
Il mio è IL VECCHIO che gestisce, dietro le quinte, la macchinazione.
 
Cit. dal film
 
Il Vecchio : Questa è la mia lettera di dimissioni dal servizio. Esco di scena in punta di piedi senza far rumore. Nel tempo che verrà non ci sarà bisogno di gente come me perché non ci sarà più nessuna democrazia da salvare ma solo interessi privati, lotte per più potere e denaro. I pochi fascicoli che porto con me parlano degli uomini che dovranno salvarsi dal diluvio. Persone spesso ignobili, anime nere, capitani di ventura. Eppure come già altre volte nella storia saranno loro a governare il caos…
 
Dice molto, forse tutto, del nostro paese.
 
 
 
 
 
Monika M